Gap di Mercato

Cosa sono i gap di mercato nel trading, come individuarli e come usarli nelle proprie strategie. Significato, definizione, tipologie ed esempi.

Cos’è il Gap?

Un gap di mercato è uno spazio di discontinuità nel grafico del prezzo che si verifica tra le ore di chiusura e riapertura di quel mercato. Il gap è quindi un buco nel grafico che avviene quando il prezzo crolla o cresce di molto rispetto al prezzo di chiusura del giorno precedente.

Solitamente succede nei fine settimana (tra Venerdì e alla riapertura di Lunedì) e tra la fine e l’inizio di una sessione da un giorno all’altro mentre i mercati sono chiusi.

I gap possono inoltre essere causati da alcune notizie che generano un cambio importante nei fondamentali di quel mercato nelle ore in cui le borse sono chiuse.

Esistono diversi tipi di gap, i più comuni sono il Common Gap, Breakaway Gap, Runaway Gap ed Exhaustion Gap, ognuno con caratteristiche e segnali diversi. 

Cosa ci dice il gap?

Il gap ci dice sostanzialmente che c'è stato un picco di venditori o compratori in quel determinato mercato. Si verificano quando una notizia o un evento causano un eccesso di panico o euforia tra gli investitori, con l’effetto che il prezzo apre significativamente più alto o più basso rispetto al prezzo di chiusura del giorno precedente.

A seconda del tipo di gap, può indicare sia l’inizio di un nuovo trend o l’inversione del trend precedente.

Il gap parziale è quando il prezzo di apertura è più alto o più basso di quello di chiusura del giorno precedente ma comunque all’interno del range di quel giorno.

Il full gap invece è quando l’apertura è al di fuori del range del giorno precedente (sopra il massimo di ieri in caso o sotto il minimo di ieri).

Il gap di mercato, specialmente il full gap, indica una forte variazione del sentiment di mercato avvenuto durante la notte.

I gap sono facili da individuare e molti trader li usano nelle proprie strategie per trarre profitti, tuttavia hanno delle limitazioni in quanto non è sempre semplice individuare di quale tipo di gap si tratta. Un gap viene interpretato male, può infatti causare errori e perdite notevoli. 

Gap, tipologie e differenze

I tipi di gap in analisi tecnica sono principalmente quattro, che hanno alcune differenze fondamentali e significati diversi.

Common Gap, Breakaway Gap, Runaway Gap ed Exhaustion Gap.

  • Common gap: non esiste un evento particolare che preceda questo tipo di gap. I common gap si verificano relativamente rapidamente (entro un paio di giorni) rispetto ad altri tipi di gap. I common gap sono anche conosciuti come “area gap” o “trading gap” e tendono ad essere accompagnati da una media dei volumi di trading normale.
  • Breakaway gap: si verifica quando il prezzo varia al di sopra di un’area di supporto o resistenza, canale, pattern o trading range definito da precedenti analisi tecniche. Quando il prezzo rompe un range ben affermato tramite un gap, viene definito breakaway gap.
  • Runaway gap o Measuring Gap: si verifica quando l’attività di trading salta i punti di prezzo sequenziali e generalmente nel mezzo di un rapido avanzamento o declino. Può essere usato per ipotizzare quanto avanti andrà un movimento, inoltre questi tipi di gap non vengono solitamente riempiti per un periodo di tempo considerevole.
  • Exhaustion gap: si verifica dopo un’ascesa rapida del prezzo rispetto alle settimane precedenti e indica generalmente la fine di un trend. Questo gap riflette il cambio significativo da un’attività di buying ad una di selling la quale tipicamente coincide con il crollo della domanda di un asset o mercato. L’implicazione del segnale è che il trend a rialzo potrebbe essere prossimo alla sua fine.

Le diverse tipologie di gap implicano conseguenze diverse per i trader. L’inversione o il breakaway gap sono tipicamente accompagnati da una ripida salita dei volumi del trading, al contrario invece dei common e runaway gap.

I Common gap si verificano infine più regolarmente e non hanno sempre una motivazione, inoltre, tendono e riempirsi laddove gli altri gap possono indicare un’inversione o una continuazione del trend. 

Esempi di Gap

Qui vediamo due esempi di gap parziale e full gap sul grafico giornaliero dello zucchero. Nel gap parziale, abbiamo un’apertura sopra al prezzo di chiusura del giorno precedente ma all’interno del trading range del giorno prima (ovvero tra il minimo ed il massimo del giorno prima). Nel full gap, abbiamo un’apertura sopra al prezzo di chiusura del giorno precedente e sopra anche al massimo (punto più alto) del giorno prima.

gap di mercato full e parziale

Qui vediamo invece un esempio di Runaway gap al ribasso sul grafico giornaliero del gas naturale, dove il prezzo di apertura è notevolmente sotto sia al prezzo di chiusura che al minimo (punto più basso) del giorno precedente.

gap runaway