Analisi Tecnica

analisi tecnica

Cos'è, a cosa serve, come si usa, pro e contro: la guida completa sull'analisi tecnica nei mercati finanziari e nel trading online.

Cos’è l’analisi tecnica?

L’analisi tecnica è lo studio dei dati storici del mercato, come prezzo, cicli e volume, attraverso l’uso di indicatori tecnici, linee di trend e indicatori grafici, con lo scopo di prevedere il comportamento futuro del mercato. 

Gli analisti tecnici mirano quindi a prevedere dove andrà il prezzo di un determinato mercato, basandosi sul suo comportamento storico passato, al fine di identificare i punti di entrata ed uscita di un potenziale trade (posizione). 

Una condizione sottintesa dell’analisi tecnica riguarda il fatto che il mercato abbia processato tutte le informazioni disponibili e che queste vengano riflesse nel grafico relativo al prezzo. Le due forme più comuni di analisi tecnica sono i pattern grafici e gli indicatori tecnici (statistici).

A cosa serve l’analisi tecnica?

L’analisi tecnica ha l’obiettivo di determinare se il trend in atto continuerà o quando si invertirà. Analisi tecnica è in realtà un termine generico usato per indicare una varietà di strategie che dipendono dall’interpretazione dei movimenti del prezzo di un determinato prodotto o asset.

Gli analisti tecnici si affidano principalmente alle linee di tendenza (trend line), altri alla formazioni delle candele, mentre altri ancora preferiscono bande, canali, riquadri grafici e oscillatori. 

L’analisi tecnica usa una combinazione di strumenti, per individuare i punti migliori dove entrare ed uscire dal mercato. 

Ad esempio, un pattern grafico potrebbe indicare un punto di entrata per un trade short (vendita / SELL); in aggiunta, il trader tecnico guarderà anche le medie mobili calcolate in differenti periodi di tempo, al fine di confermare o meno il probabile punto di inversione.

analisi tecnica mercati finanziari

Esempio di analisi tecnica sul petrolio con gli indicatori Fibonacci e oscillatore Stocastico.

Come usare l’analisi tecnica

Il principio fondamentale dell’analisi tecnica è il concetto che il prezzo di mercato riflette tutte le informazioni disponibili che possono influenzare il mercato stesso. Secondo molti analisti tecnici, non c’è bisogno di guardare i movimenti economici, l’analisi fondamentale, o seguire i nuovi sviluppi in quanto sono già tutti espressi all’interno del prodotto. 

Gli analisti tecnici generalmente credono che i prezzi si muovano sotto forma di trend e che lo storico del sentimento di mercato tenda a ripetersi. I due tipi principali di analisi tecnica sono i pattern grafici e gli indicatori tecnici (statistici). 

I pattern grafici rappresentano una forma soggettiva di analisi tecnica in quanto cercano di identificare un’area di supporto o resistenza osservando uno specifico pattern. 

Questi pattern, sostenuti da fattori psicologici, vengono disegnati per prevedere la direzione del prezzo, seguendo uno specifico prezzo e momento in cui si genera un crollo o una salita. Per esempio, un pattern di triangolo ascendente, rappresenta una probabilità di rialzo, mostrando un’area chiave di resistenza. Un’uscita da questa resistenza potrebbe condurre ad un significativo aumento del volume verso l’alto. 

Gli indicatori tecnici rappresentano una forma statistica di analisi tecnica nella quale i trader applicano varie formule matematica a prezzi e volumi. Gli indicatori tecnici più comuni sono le medie mobili, lo strumento più semplice ed utilizzato per individuare i trend con più facilità.

Molti sistemi di trading automatici e manuali, si basano sugli indicatori tecnici dal momento che possono essere calcolati in maniera quantitativa.

Limiti dell'analisi tecnica

L’analisi tecnica ha le stesse limitazioni di tutte le strategie di trading basate sugli indicatori tecnici: il grafico può essere mal interpretato

L’interpretazione può essere basata su un volume basso, i periodi (timeframe) usati per le medie mobili possono essere troppo lunghi o troppo corti, i prezzi mostrati dai broker sono diversi, ecc.

La limitazione più importante da tenere a mente è che gli indicatori tecnici non muovono il mercato, ma l’esatto contrario, ovvero è il mercato che “disegna” gli indicatori sul grafico, in quanto questi si formano in base all’andamento del prezzo (quindi solo dopo il prezzo).

Nella maggior parte dei casi inoltre, gli indicatori tecnici sono gli stessi per tutti (quello che vedi tu è lo stesso che vedono gli altri che usano gli stessi indicatori) e, considerando che la maggior parte dei trader perde, si può facilmente intuire che, nella maggior parte dei casi, l’interpretazione fatta non è corretta.

Aspetto importante di distinzione è quindi il come si usano, ovvero in quale combinazione e come si interpretano.

L’analisi tecnica funziona?

L’analisi tecnica è uno strumento di analisi dei mercati finanziari e come tale va considerato, non è in grado di prevedere il futuro con esattezza (come nessuno strumento o sistema di trading), ma serve ad identificare possibili continuazioni o inversioni di tendenza.

Secondo alcuni, l’analisi tecnica è legge, secondo altri è spazzatura. Le opinioni e le scuole di pensiero sul tema sono molto diverse e la verità, probabilmente sta nel mezzo.

Esistono trader tecnici di successo ed esistono trader fondamentali di successo, non è quindi possibile affermare con assoluta verità che l'analisi tecnica funziona o che non funziona. Secondo le nostre opinioni, il merito del successo è molto più probabilmente da attribuire al sistema o alla strategia di trading. 

Se da una parte gli strumenti dell’analisi tecnica sembrano avere reali capacità di individuare dove andrà il mercato, è altrettanto vero che la maggior parte dei trader è in perdita e, per la legge dei grandi numeri, è sicuro che buona parte di questi trader perdenti usa l’analisi tecnica.

Una domanda da sempre dibattuta è quindi: cosa non funziona? L’analisi tecnica o l’interpretazione (personale) dell’analisi tecnica?

Il nostro consiglio ai trader tecnici che iniziano, è quello di considerare l’analisi tecnica come uno strumento da utilizzare all’interno di un sistema di trading ben definito, di utilizzare un set di più indicatori e non affidarsi ad uno solo, ma ognuno con uno scopo ben preciso.

Analisi tecnica e analisi fondamentale, differenze

L'analisi tecnica mira a individuare il prezzo futuro basandosi sui dati passati (prezzo, volumi, etc.), mentre l’analisi fondamentale mira a stabilire e prevedere il prezzo futuro basandosi sulle caratteristiche economico-finanziarie e sui dati macroeconomici di un mercato o asset.

Gli analisti tecnici credono che il migliore approccio si basi sul seguire un trend mentre si forma, d’altra parte, gli analisti fondamentali ignoreranno i trend del grafico prediligendo un’analisi delle informazioni contabili e del profilo di mercato di una specifica azienda, alla ricerca del valore intrinseco che non si riflette nel prezzo. 

L'analisi fondamentale è spesso applicata alle società quotate in Borsa o in procinto della quotazione, per valutare la convenienza o meno di un dato investimento, valuta la solidità patrimoniale e la redditività di un'azienda, determinando il valore intrinseco (o fair value) della società.

Analisi tecnica e analisi fondamentale hanno entrambe punti di forza e limiti, e non esiste un migliore o peggiore modo di analizzare il mercato. 

Ci sono infatti, svariati esempi di trader di successo che usano l’analisi tecnica e altrettanti trader di successo che usano l’analisi fondamentale, così come si trovano spesso esempi di investitori che combinano i due tipi di analisi. 

Cenni storici e origini

L’analisi tecnica nei mercati finanziari viene utilizzata da centinaia di anni, già a partire dal 17esimo secolo. I pattern delle candele hanno origina in Giappone, dove i commercianti cercavano di scoprire i pattern del trading per i loro raccolti di riso.

Il day trading, possibile grazie ad internet negli anni 90, ha infine reso lo studio di questi antichi pattern molto popolare. Da sempre, gli investitori analizzano quindi la cronologia dei grafici di un prodotto per scoprire nuovi pattern da usare per individuare i punti di entrata ed uscita migliori.

I pattern di inversione sono particolarmente importanti per gli investitori in quanto svariati strumenti di analisi tecnica si basano su questi elementi. Il doji o engulfing pattern ad esempio, sono entrambi usati per prevedere una potenziale imminente inversione del mercato.

sponsorizzato

Inizia con un conto demo gratuito

Impara a fare trading con un broker regolamentato ed oltre 15 anni di esperienza sui mercati. XTB offre la possibilità di provare piattaforme e servizio senza nessuno deposito iniziale. Accedi ad oltre 1500 mercati tra forex, materie prime, indici, criptovalute, ETF e azioni sulle piattaforme xStation e MetaTrader 4, su computer e smartphone.

xtb

il tuo capitale è a rischio

Commenti, recensioni e segnalazioni dei trader: 0

Commenti lasciati con email inesistenti non verranno pubblicati. Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *